Ci presentiamo per la prima volta a Berlino con il Finocchio Capo Rizzuto

La società cooperativa Agrogens, riconosciuta come organizzazione di produttori (O.P.) nel 1991, ha sede a Crotone, in Calabria, e annovera 70 soci e un areale di circa 6.000 ettari. Il territorio di coltivazione presenta un microclima e caratteristiche pedoclimatiche unici, con un ottimo potenziale produttivo.
I principali prodotti coltivati dalla O.P. sono: finocchio, indivia riccia, scarola, pan di zucchero, lattuga Icerberg, radicchio, di recente anche lo spinacio. In minima quantità vengono prodotte anche alcune varietà agrumicole.

Agrogens_finocchio_1

La Agrogens dispone di una struttura refrigerata di 1.000 mq, con annesse celle frigorifere (alcune dotate di tecnologia del vacuum cooling). Possiede, inoltre, le certificazioni (tra cui quella GlobalGAP) necessarie a servire tutto il mondo della distribuzione.
Partecipando per la prima volta a Fruit Logistica, Agrogens punta a lasciare il segno. “Presenteremo il Finocchio Capo Rizzuto, un’eccellenza del territorio che ci prefiggiamo di valorizzare a livello internazionale”, dichiara Aldo Luciano, responsabile commerciale della O.P.

Agrogens_finocchio_Luciano

Aldo Luciano, responsabile commerciale di Agrogens, mostra con orgoglio il “Finocchio Capo Rizzuto”, che sarà presentato a Fruit Logistica 2013. Il claim aziendale è “Vi serviamo da Re”.

Dando una valutazione sui 12 mesi appena terminati, il responsabile afferma: “A mio avviso l’annata 2012 è servita a fare una selezione naturale di quella che è l’imprenditoria in generale. Chi opera in maniera professionale nel settore probabilmente è riuscito a difendersi o riuscirà a difendersi, e questo vale anche per la nostra O.P.; chi ha avuto invece un approccio improvvisato al settore ha dovuto necessariamente abbandonare il campo.”
Per il 2013, Agrogens punta al consolidamento di quelle che sono le programmazioni e le commercializzazioni dei prodotti attuali, sperando in un miglioramento dell’attuale situazione di crisi. “Stiamo pensando di affacciarci ai mercati arabi; al momento i volumi destinati all’export sono indirizzati a Inghilterra, Francia e Germania – continua Luciano – In base al rapporto domanda/offerta facciamo delle programmazioni che si avvicinano ai consumi, quindi i volumi commercializzati si determinano a seconda della richiesta di settimana in settimana.”

Agrogens_finocchio_2

I prodotti vengono confezionati in imballi IFCO, CPR, Polymer. La lattuga Iceberg viene imbustata, in modo che abbia un appeal particolare.
Per il futuro, il responsabile commerciale si dichiara ottimista, poiché inevitabilmente i bisogni alimentari sono primari. “Il nostro obiettivo è preoccuparci della salubrità dei prodotti, perché il consumatore è sempre più attento agli aspetti salutistici, qualitativi e organolettici di ciò che mangia.”
Le sfide più importanti da affrontare saranno quelle legate alla logistica. “E’ vero che abbiamo un’areale di produzione con caratteristiche particolari, ma siamo un po’ penalizzati dall’ubicazione, in quanto risultiamo lontani dai mercati più importanti. Il Crotonese deve vedersela con un’autostrada che, a tratti, lo è solo per modo di dire.”

Agrogens_finocchio_3

Ad accogliere i visitatori allo stand a Berlino ci saranno Aldo Luciano, responsabile commerciale Agrogens, e Michele Benincasa, dirigente della O.P.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi.